Wikia

WoWWiki Italia

Orda

Discussione0
291pagine in
questa wiki
HordeCrest
L'emblema dell'Orda
RuhsphoAggiunto da Ruhspho

L'Orda (aka La Nuova Orda) è un'alleanza di varie razze provenienti da Draenor o native di Azeroth, riunite da Thrall al suo arrivo sulle coste di Kalimdor, dopo che Medhiv lo aveva avvisato di mettere in salvo gli orchi dall'arrivo del Flagello.

Si distingue dalla vecchia Orda comandata da Orgrim Doomhammer e costituita da orchi e mercenari troll ed ogri sotto l'influsso di Magtheridon e Kil'jeaden, il cui scopo era la conquista di Azeroth e contro cui è stata combattuta la Seconda Guerra.


Membri AttualiModifica

I maggiori popoli facenti parte dell'Orda sono:

  • Gli Orchi comandati attualmente da Garrosh e precedentemente da Thrall.
    • La loro capitale è la città di Orgrimmar nel Durotar.
  • I Troll della tribù Darkspear capitanati dal Cacciatore di Ombre Vol'jin.
    • La loro capitale è Darkspear Island, una delle Echo Islands davanti alle coste del Durotar: in passato era stato il piccolo villaggio sulla costa intitolato al vecchio capo sciamano della tribù Sen'jin.
  • I Tauren del Mulgore sotto il comando dell'Alto Capitano Baine Bloodhoof, dopo la morte di suo padre Cairne.
  • I Non Morti sotto il controllo di Lady Silvanas Windrunner, Regina delle Banshee.
  • Gli Elfi del Sangue sono gli Alti Elfi di Quel'thalas inizialmente sotto il comando del Principe Kael'thas Sunstrider: inseguito al suo tentativo di evocare Kil'jeaden, è stato sostituito definitivamente dal Reggente Lord Lor'themar Theron.
  • I Goblin del cartello di Blidgewater si sono uniti recentemente all'Orda e sono capitanati dal loro Principe del Commercio Gallywix.

Forze dell'OrdaModifica

Azeroth

Dopo la Terza Guerra si crearono e rimasero permanenti dei focolai di guerra in alcune zone di Azeroth tra fazioni di ambedue gli schieramenti per il controllo di zone strategiche e, soprattutto, di risorse naturali necessarie sia all'Alleanza che all'Orda.

  • Defilers - È un'armata dei Reietti che ha occupato una parte delle pianure del Bacino di Arathi ed ha ingaggiato uno scontro perenne con le forze della Lega di Arathor, unita all'Alleanza, per il controllo delle risorse naturali dell'area.
  • Clan Frostwolf - È il clan nativo di Thrall ed occupa una enclave nella parte settentrionale delle Montagne Alterac. Fu il primo clan che attraversò i portali ed uno dei pochi che si rifiutò di bere il sangue dei demoni. Combatte contro i nani di Stormpike per il controllo delle miniere dell'area.
  • Warsong Outriders - Costituita dagli orchi del Clan Warsong, sono il gruppo di soldati che seguirono Grom Hellscream alla ricerca di legname ed altre materie prime nell'Ashenvale. Alla morte del loro capo-clan rimasero nell'area continuando negli approvvigionamenti di materiale e stabilendo un piccolo avamposto vicino ad una miniera oltre a costruirne un altro nei pressi della tomba di Grom. Combattono incessantemente contro le elfiche Silverwing Sentinels che fanno di tutto per ricacciarli nel Durotar nel tentativo di salvare il loro bosco sacro.

Outlands

In ciò che rimane del mondo di Draenor, l'Orda ha costituito avamposti e rinsaldato vecchie alleanze. Anche qui si sono costituiti focolai di scontro con le truppe dell'Alleanza.

  • Thrallmar - L'avanscoperta dell'Orda si è assestata a ridosso di quello che viene chiamato Trono di Kil'jeaden e qui ha costruito un avamposto intitolato a Thrall in persona. Le truppe qui stipate, oltre che contro l'avanzata demoniaca se la devono vedere anche con gli uomini dell'Alleanza.
  • Mag'har di Nagrand - Sono un clan di orchi che non si alleò mai con i demoni e che rimase sul nativo Draenor. Noti per la loro pelle bruna e per i villaggi costruiti nelle verdi praterie di Nagrand, sono spesso in conflitto con i Dreanei dell'area e con le tribù di Ogre che li circondano.

Northrend (Horde Expedition)

Per sconfiggere il Re dei Lich, l'Orda ha organizzato una spedizione di forze comandata direttamente da Garrosh Hellscream, figlio di Grom. Le forze di Thrall hanno costituito vari avamposti in tutto il continente settentrionale di Azeroth e qui si sono alleati anche con alcuni lontani cugini dei Tauren.

Altri membri, fazioni ed alleatiModifica

Allineati con l'OrdaModifica

  • I troll della foresta della tribù Revantusk che abitano le coste dell'Hinterlands: sono alleati dell'Orda ma non ne fanno parte. Sebbene abbiano comuni nemici, questa tribù ha un difficile rapporto con i troll della giungla Darkspear.

StoriaModifica

Sono esistite due differenti Orde: la prima era una coalizione di orchi, troll ed ogre, comandati dalla Burning Legion per la conquista di Azeroth e fu la responsabile della Seconda Guerra. La seconda venne fondata da Thrall una volta giunto sulle coste di Kalimdor e riuniva orchi, troll e tauren ed a cui, in seguito si unirono altri alleati. Lo scopo di quella che viene considerata la Nuova Orda è quello di dare un'organizzazione a quelle popolazioni che si riconoscono nei valori della religione sciamanica degli spiriti della natura.

La prima OrdaModifica

StemmaOrdaWIII
Stemma dell'Orda durante la Terza Guerra
RuhsphoAggiunto da Ruhspho
Gli orchi erano già da tempo riuniti in maggioranza in un unico sistema di clan che riconosceva un capo comune in Orgrim Doomhammer, Signore della Guerra del clan Blackrock ed in seguito anche del clan Thunderlord.

Questo potente guerriero venne convinto della possibilità di conquistare il mondo di Azeroth che si trovava al di là dei portali aperti da Gul'dan e per fare questo riunì tutti i clan di orchi a cominciare da quello del suo amico Durotan, Signore dei Frostwolf.
La proposta che venne fatta agli orchi da Maghteridon fu quella di potenziarsi bevendo dell'acqua inquinata col proprio sangue demoniaco: a questa proposta non tutti i clan aderirono, soprattutto Frostwolf, Warsong ed alcuni membri degli stessi Blackrock, tra cui lo stesso Orgrim. Il demone diffidava, ovviamente, di questi orchi ed in particolar modo di Durotan e dei suoi guerrieri che vennero proposti come avanscoperta ed attraversarono per primi i portali.
In seguito anche gli altri clan raggiunsero Azeroth, insieme ad alcuni mercenari ogre: qui coadiuvarono altri mercenari, prevalentemente troll ed alcuni goblin e diedero inizio alla Seconda Guerra, denominandosi Orda.

Sconfitti dall'Alleanza del Lordaeron ed abbandonati dai demoni al loro destino, tutti i clan, non potendo ritornare nelle Outlands, si sbandarono, occupando aree nei territori degli Eastern Kingdoms, in quelli che erano stati i loro avamposti durante la guerra.
Ciò che principalmente stupì gli Umani era una sorta di letargia degli orchi che li rendeva deboli e catturabili: grazie a questa debolezza molti orchi vennero catturati ed internati in campi di prigionia, per poi essere usati o come schiavi nei lavori di fatica o come gladiatori nelle arene. Ad essere soggetti a questa sorta di malessere erano tutti quegli orchi che avevano bevuto il sangue dei demoni.
Di tutti i clan solo quello capitanato dal giovane Grom Hellscream rimase libero, gli altri o vennero catturati o dovettero nascondersi in aree difficilmente accessibili, oppure come il clan Frostwolf subirono l'aggressione del clan rivale Blackrock, rimasto legato al culto dei demoni. In una di queste incursioni trovò la morte proprio il capoclan Durotan e sua moglie: dai resti fumanti del loro accampamento, Aedelas Blackmore raccolse il figlio del capo, un infante, che venne chiamato Thrall, cioè "Schiavo" e che venne allevato con l'intento di farlo combattere come gladiatore nelle arene, cosa che avvenne fin dalla sua più tenera età.

Storia della Nuova OrdaModifica

Thrall riesce a fuggire con l'aiuto della sua levatrice ed incontra Grom ed un anziano Orgrim che gli rivela le sue origini e di essere destinato a guidare tutti gli orchi.
Nuovamente catturato viene internato nel campo di lavoro di Durnholde Keep ed è qui che in una notte tempestosa sogna uno strano Profeta che lo esorta a fuggire con tutti gli orchi che riesce a trovare ed a raggiungere le terre di Kalimdor al di là del mare.
Thrall così decide di evadere e si riunisce a Grom Hellscream ed al clan di Warsong; riunisce i clan rimasti compresi alcuni membri di Blackrock e ruba delle navi per attraversare il Grande Mare.
Giunto sulle coste del Kalimdor incontra sulle Isole dell'Eco una tribù di troll, i Darkspear, guidati dall'anziano e saggio Dottore-Magia Sen'jin: nel tentativo di salvare proprio quest'ultimo ed alcuni orchi e troll catturati dai murlocs, Sen'jin muore ed i troll sono costretti ad abbandonare le loro isole. Si uniscono così agli orchi e raggiungono la terra ferma.

La landa desolata che trovano viene battezzata da Thrall Durotar in onore di suo padre e qui, insieme a Grom cercano di costruire i primi insediamenti. L'area è già occupata centauri ed è confrontandosi con questi che gli orchi incontrano Cairne Bloodhoof ed i tauren di Mulgore che stanno cercando di riprendersi la propria pianura. Thrall decide di aiutarli, anche perché, già spinto da Sen'jin ed ora dai tauren, profondamente attaccati alla natura, capisce che l'unica speranza per i suoi orchi è quella di tornare agli antichi culti sciamanici ed egli stesso decide di diventare uno sciamano.
Nel frattempo Grom sconfigge e distrugge tutti gli avamposti umani che incontra nel Durotar, costituiti soprattutto dai soldati dell'Ammiraglio Proudmore che sta inseguendo Thrall per ricatturare o distruggere tutti gli orchi.
Thrall non è molto contento di questo e decide di inviare l'amico alla ricerca di risorse minerarie e di legname nel vicino Ashenvale. Inizia così un conflitto mai sopito con gli Elfi della Notte e, soprattutto, quel sentimento di frustrazione che spingerà Grom ad accettare le profferte di Magtheridon.

Alla fine della Terza Guerra, Thrall fonda la città di Orgrimmar, in onore di Doomhammer e costituisce con Cairne e Vol'jin, figlio di Sen'jin, una nuova Orda.

In seguito all'emancipazione di Lady Silvanas Windrunner dal controllo del Re dei Lich, anche i non-morti noti come Reietti che occupano le rovine della capitale del Lordaeron si sono uniti a questa alleanza e dopo la rottura dei loro rapporti con gli Uomini, a causa del comportamento del Grande Maresciallo Garithos, anche gli Elfi del Sangue della città di Silvermoon decisero di unirsi a Thrall.

Recentemente Thrall ha deciso di cedere il controllo dell'Orda all'Alto Signore Garrosh, figlio di Grom Hellscream, per aiutare l'organizzazione sciamanica Earthen Ring. Durante il suo viaggio verso il Mealstrom è stato attaccato dall'MI7, il servizio segreto di Stormwind ed è stato aiutato dai goblin del cartello di Bilgewater fuggiti dalle proprie isole a causa del Cataclisma provocato dal drago Deathwing. I goblin sono quindi entrati a far parte della Nuova Orda, anche se Garrosh ha dimostrato una certa diffidenza nei loro riguardi.

Orda OscuraModifica

Non tutti gli orchi accettarono Thrall e la sua idea di ritornare alle antiche usanze, soprattutto quegli stregoni che basavano molto del loro potere sull'evocazione di demoni, ma anche membri di clan come Blackrock e Dragonmaw: tutte queste forze si riunirono e costituirono quella che venne chiamata Orda Oscura, legata alle usanze sanguinarie della Prima Orda ed al culto dei demoni. Oltre ai due clan di orchi, confermarono la loro alleanza anche i troll delle tribù Smolderthorn, Firetree e Spirestone e si unirono in seguito anche dei mercenari goblin.

Attualmente il clan Blackrock è sotto il controllo di Rend Blackhand ed il clan Dragonmaw sotto quello di Nek'rosh, figlio di Nekros Skullcrasher e si sono uniti all'Orda Oscura gli ogre della tribù Torchblecher. Nefarian è riuscito a prendere sotto il suo controllo Blackrock Spire ed a legare a se il clan Blackrock: i draghi neri restano in continua lotta con i Nani di Ferro ed il loro capo, Ragnos.

In passato l'Orda Oscura ebbe un appoggio esterno dai Reietti, ma da quando questi hanno stretto un'alleanza con Thrall, si sono rotti i rapporti tra i due gruppi.

Si mormora che Rend stia cercando di far unire all'Orda Oscura anche i naga, i goblin ed i furbolgs.

Le due OrdeModifica

Di fatto l'Orda è divisa in due dal Grande Mare: nel continente di Kalimdor si trovano le capitali degli orchi, dei troll, dei tauren e recentemente anche quella dei goblin; mentre nei Reami Orientali sono ubicati il regno degli Elfi del Sangue e la città sotterranea dei Non Morti. Sono presenti qui anche gli orchi del clan Frostwolf ed il villaggio dei troll Revantusk, oltre all'Orda Oscura.

L'Orda mantiene alcuni avamposti sia nella Valle della Radice Strangolante che nella Palude del Dolore e recentemente anche nelle vicine Lande Maledette.

Organizzazioni dell'OrdaModifica

All'interno dell'Orda sono presenti alcune importanti organizzazioni appartenenti a specifiche razze oppure a specifiche classi. Oltre a quelle in comune con l'Alleanza, come i druidi della Cerchia di Cenarion o gli sciamani dell'Anello della Terra vi sono specifiche organizzazioni esclusive dell'Orda.

Società Reale FarmacologicaModifica

Nota anche semplicemente come Apothecarium è la più importante organizzazione di alchimisti dei Reietti. Venne fondata già ai tempi del regno di Lordaeron e prende proprio da questo il nome di Reale.
I suoi membri attuali sono tutti Non Morti e la sua sede è nell'Undercity nel quartiere dei Farmacisti: gli alchimisti reali sono famosi per i loro approfonditi studi sulla Piaga, avviati per cercare un modo sia per debellarla che impiegarla in battaglia.

Il Gran Farmacista Putress riuscì ad elaborare una sostanza derivante dalla Piaga capace di uccidere sia i vivi che i non morti e, sotto la spinta del demone Varimathras la sperimentò dinanzi al Portale Decaduto della Cittadella di Icecrown nel tentativo di uccidere il Re dei Lich.
Putress e Varimathras tentarono di spodenstare la Regina delle Banshee Sylvanas Windrunner e di prendere il controllo di tutti i Reietti e dell'Undercity: per impedirlo venne combattuta la Battaglia di Undercity a cui parteciparono oltre a Sylvanas Windrunner anche Thrall e Vol'jin. Thrall alla fine riuscì a distruggere il demone Varimathras, mentre grazie all'intervento di Re Varian Wryn, per vendicarsi della morte dell'amico Bolvar, e Lady Jaina Proudmore Putress venne ucciso.

In seguito a questi eventi, Thrall decise di fornire come quardie della città la sua elite Kor'kron e di porre sotto controllo diretto del Sorvegliante Kraggosh il nuovo capo della Società Farmacologica, Faranell.

Il cartello di SteamwheedleModifica

Questo cartello di goblin collabora con entrambe le fazioni, ma solo all'Orda garantisce il servizio di collegamento aereo tramite dirigibili Zeppelin.
La sede principale del cartello è nella città di Gadgetzan nel deserto di Tanaris ed altri avamposti importanti sono Booty Bay ed Everlook, oltre ad altre installazioni e porti minori un po' in tutto Azeroth. A capo di questa organizzazione c'è ovviamente un Principe del Commercio il cui nome è forse Ratso Steamwheedle, sebbene non ci sia la certezza.

Zeppelin
Il tipo Zeppelin di Steamwheedle
RuhsphoAggiunto da Ruhspho
Il cartello in passato garantì i collegamenti tra Orgrimmar ed Undercity ed entrambe con il Campo-base di Grom'gol. In seguito venne aggiunta la tratta tra Orgrimmar e Thunder Bluf e con l'inizio delle operazioni nel Northrend vennero predisposti due collegamenti, tra Ogrimmar e il Presidio Warsong nella Tundra Boreana e tra Undercity e l'Approdo della Vendetta nel Fiordo dell'Ululato.

L'Alleanza non ha mai potuto usufruire dei servizi di volo Zeppelin del cartello, ma è riuscita a catturare un dirigibile di Steamwheedle ed il suo capitano, Harrowmeiser: impiega il mezzo per difendere l'avamposto nel Fiordo dell'Ulutato costruito sul Picco della Guardia Occidentale dall'attacco dei pirati, ovviamente contro la volontà del povero goblin che è costretto anche ad avvisare dell'attracco o della partenza della sua nave, rimanendo incatenato al pontile, sotto l'attenta sorveglianza di due guardie.

Le conoscenze scientifiche del cartello servirono per la costruzione delle cannoniere dell'Orda, il cui primo esemplare fu la Orgrim's Hammer che incrocia i cieli di Icecrown.
Da quando i goblin del cartello di Blidgewater sono entrati a far parte dell'Orda, il cartello di Steamwheedle si è dichiarato neutrale, pur lasciando le infrastrutture di volo ai loro vecchi committenti.

Struttura socialeModifica

Garroshhellscream
Garrosh Hellscream, attuale Signore della Guerra dell'Orda.
RuhsphoAggiunto da Ruhspho
L'Orda è molto simile per certi versi all'Alleanza: in essa viene riconosciuto un capo supremo che coordina e fornisce l'indirizzo politico e sociale di tutta la fazione. In passato questo capo era Thrall, ma ha ceduto il posto a Garrosh Hellscream del clan Warsong. Costui ha trasformato completamente non solo la capitale Orgrimmar, ma anche tutta la politica di rapporto tra le razze, interna all'Orda ed esterna ad essa, incentrando tutto sul sospetto e sulla sfiducia, oltre sul mantenimento di una forte separazione e distinzione razziale.

Non esiste uno specifico sistema elettorale e neanche un sistema di successione dinastica, sebbene a livello delle singole razze non sia raro un passaggio del comando da padre in figlio, come è avvenuto per i tauren e per i troll della tribù Darkspear: il capo dell'Orda viene nominato in base alle sue qualità, sebbene la scelta operata da Thrall per la sua successione sembra aver creato più problemi che vantaggi.

Gli elfi di Quel'thalas ovviamente mantengono la loro struttura basata su una monarchia ereditaria ed una elite nobiliare che regola la loro società.
I Non Morti seguono semplicemente la Regina delle Banshee che è riuscita tra i primi a spezzare il suo legame col Re dei Lich. Sono piuttosto ligi agli ordini, con alcune eccezioni, come nel caso di Putress.
I goblin di Blidgewater hanno, come tutti i cartelli della loro razza, un Principe del Commercio, che più o meno comanda in virtù di qualità personali inerenti la propria capacità affaristica e la propria abilità di salvare la pelle quando serve.

La struttura sociale più diffusa è comunque quella tribale, comune ad orchi, tauren e troll e, in certa misura, anche ai goblin. Anche i mezzi-ogri appartenenti all'Orda sono costituiti in tribù, mentre i mezzi-orchi sono spesso individui solitari che liberamente si sono uniti a questa fazione.

ReligioneModifica

Attualmente il tipo di religione più diffusa internamente all'Orda è quella sciamanica rivolta agli Spiriti Elementari della Terra: a professarla sono orchi, troll e tauren. Quest'ultimi hanno un rapporto talmente forte con la Natura, che gli deriva da un mai chiarito rapporto di questa razza col semidio Cenarion, di aver abbracciato da molto tempo anche il culto druidico insieme agli Elfi della Notte.
Il druidismo ha accolto recentemente anche alcuni troll Darkspear tra le fila della Cerchia di Cenarion.
Gli Elfi del Sangue mantengono la loro antica religione, sebbene non venerino espressamente Elune come i loro cugini di Kalimdor.
I Non Morti di Tirisfal hanno dei preti, ma non professano esattamente una religione: si tratta di vecchi sacerdoti della Luce tornati in vita a causa della Piaga che hanno mantenuto le loro prerogative.
I goblin non venerano altro che il profitto e non si curano di cose più spirituali di una transazione.

Alcuni orchi hanno mantenuto il culto dei demoni ed ancora li venerano, sebbene i soli centri di culto noti siano nelle Terre Esterne o nelle Steppe Incendiate di Azeroth. Alcuni cultisti hanno occupato il labirinto di grotte vulcaniche che esiste al di sotto di Orgrimmar ed occupano altre grotte del Durotan: questo culto ha anche suoi adepti nascosti tra le file degli orchi.

TecnologiaModifica

Articolo principale: Tecnologia dell'Orda
Orgrimmar Valle dell Onore
Tipica costruzione orchesca. Si notino le due gigantesche zanne e la forma dei tetti.
RuhsphoAggiunto da Ruhspho
Orchi, troll e tauren sono sempre stati piuttosto primitivi dal punto di vista tecnologico: il legno e le pelli, piuttosto che la pietra, sono stati i materiali costruttivi principali. Gli orchi sono gli unici ad impiegare ciclopici macigni rozzamente sbozzati per costruire le loro imponenti fortificazioni, molto simili a quelle impiegate dalla Legione Infuocata nelle Terre Esterne e molto lontani dalle tipiche costruzioni a cupola dei Mag'har.

I troll moderni hanno dimenticato le antiche tecniche costruttive che permettevano loro di costruire immense città-tempio in pietra e vivono prevalentemente in capanne e palafitte.
I tauren vivono generalmente in accampamenti di tende e raramente in grandi capanne di legno a forma di cilindro sdraiato con un focolare al centro: la loro tecnologia più avanzata è quella degli ascensori che consente a queste creature di raggiungere i villaggi posti in cima agli alti mesa caratteristici delle zone centrali del continente di Kalimdor.
Le armi di queste tre razze non sono, per efficienza, inferiori a quelle dei popoli dell'Alleanza, ma non hanno generalmente le caratteristiche estetiche di queste altre: l'esperienza dei fabbri orchi non ha la raffinatezza di quelli dei nani, ma armi memorabili come il maglio di Orgrim Doomhammer sono passate alla storia.
I cacciatori tauren e quelli goblin hanno una predilezione per l'uso di carabine al posto dell'arco.

I Non Morti hanno ereditato dall'antico regno di Lordaeron lo stile delle costruzioni e la tecnologia, sebbene decisamente più decadente. L'architettura fatiscente ricorda però moltissimo quella di altri regni umani del Nord come quello di Gilneas.
Del Lordaeron hanno mantenuto anche le grandi conoscenze alchemiche e farmaceutiche, la cui massima espressione è data dagli aderenti alla Società Reale Farmacologica.
Dalla dominazione del Flagello, i Reietti hanno anche guadagnato la capacità di creare orribili creature in parte costituiti da composti organici in decomposizione come i mostruosi Abomini. Altri strumenti derivanti dal'invasione del Flagello sono le varie macchine da guerra come carri e catapulte: tutti questi costrutti usano energie mistiche, alchemiche e necromantiche.
Importanti gli studi sulla Piaga, sia alla ricerca di una cura che come strumento di guerra. Dispongono della capacità di costruire navi da guerra con le quali hanno costituito una potente Marina.

Gli Elfi del Sangue sfruttano ampiamente le loro conoscenze magiche e la più evidente rappresentazione di questo sono gli incredibili guardiani di cristallo che pattugliano le strade della città di Silvermoon.
L'architettura è quella stupenda degli Alti Elfi di Quel'thalas, con edifici dalle alte guglie e con motivi a tralcio o ad ala d'uccello. Il bianco, il rosso e l'oro sono i colori tipici delle loro costruzioni.
Non è raro incontrare pietre fluttuanti che incanalano mistiche energie, ma anche più diretti carri-balestra non dissimili da quelli dei loro cugini di Kalimdor. Come questi ultimi, dispongono di una loro flotta di navi dalle tipiche gondole ad ala d'uccello.
Sono famosi per le loro capacità di gioiellieri e per la lavorazione in generale delle pietre preziose.

Nell'Orda i veri esperti di tecnologia sono ovviamente i goblin, che da sempre si contrappongono agli gnomi, soprattutto per chi inventa il costrutto a maggior rischio d'esplosione.
La tecnologia goblin è avanzatissima, ma non estremamente attenta ai dettagli. Il numero di invenzioni da essi create è molto ampio: oltre a strumenti di lavoro per il disboscamento rapido di foreste, annoverano anche dirigibili e sottomarini, ma anche osservatori, come quello di Ratchet, e razzi come quello dell'Area 52. In quanto a mezzi di trasporto motorizzati, i goblin non hanno niente da imparare: famoso il loro Mechano Hog.
I goblin vivono in costruzioni un po' kitch anche in metallo, circondati da invenzioni, beni commerciali e, i più ricchi, da forzieri e qualche opera d'arte di dubbio gusto. In caso di emergenza sono capaci di costruire intere città con rimasugli di vario genere: pezzi di legno sparsi, relitti di navi, fango. Il cartello di Blidgewater è riuscito anche a creare un sistema (ovviamente esplosivo) per creare con un unico grande botto un intero villaggio di capanne.
Non è raro che le loro invenzioni esplodano ed è forse per questo motivo che sono molto abili nella costruzione di ordigni e fuochi pirotecnici.
Gli appartenenti al cartello di Blidgewater amano anche le comodità: il loro Principe del Commercio impiega per spostarsi una comodissima poltrona semovente robotizzata e non c'è goblin di questo cartello che non ami crogiolarsi nelle calde acque di una piscina attrezzata, al punto di averne dotato anche il quartiere messo a loro disposizione dagli orchi all'interno di Orgrimmar.
Sebbene siano delle creature viventi, possono essere annoverati tra le loro invenzioni gli hobgoblin, frutto di esperimenti chimici sui goblin stessi per creare un potente forza lavoro e di difesa a basso costo.

CavalcatureModifica

La Prima Orda, grazie all'alleanza con Deathwing e lo stormo nero, era riuscita a catturare la Regina Alexstrasza ed a sottomettere lo stormo rosso: in questo modo gli orchi potevano usare tutta la potenza dei draghi rossi in battaglia oltre che come mezzo volante. Terminata la Seconda Guerra, Alexstrasza riuscì a liberarsi e gli orchi si sbandarono, così non fu più possibile per loro impiegare i draghi per volare.

Quando Thrall giunse nel Kalimdor, invece scoprì che i troll riuscivano a cavalcare una creatura volante tipica del continente, la viverna. Questo animale volante si presenta come un maschio di leone con una lunga coda di scorpione e delle membrane simili a quelle dei pipistrelli che collegano le zampe anteriori al torso. Carnivore, depongono le uova per riprodursi.
Vivono allo stato brado sia nelle Montagne Artiglio di Pietra che tra le gole dei Mille Aghi; ne esistono di vari colori, dal classico color giallo sabbia, al verde al blu fino al più raro color porpora.
Come gli ippogrifi ed i grifoni dell'Alleanza, anche le viverne sono creature intelligenti che hanno deciso di allearsi all'Orda.

PipistrelloVampiro
Pipistrello Vampiro di Zul'Aman
RuhsphoAggiunto da Ruhspho
I Non Morti di Lordaeron hanno invece addomesticato dei giganteschi ed irrequieti Pipistrelli Vampiro di Zul'Aman, i quali garantiscono le tratte di collegamento tra i loro vari avamposti. Necessitano di strutture in legno e ferro dalla tipica foggia con grandi anelli in metallo per permettere a queste creature di ri posare a testa in giù.

Gli Alti Elfi, invece prediligono l'uso dei draghi volanti di Quel'Thalas. Queste legiadre, ma potenti creature, vivono libere nei boschi di Eversong: sono cavalcature tipiche di questo popolo elfico e le impiegano in tutti i loro avamposti, compresi quelli costruiti nelle Terre Esterne o nel Northrend.

Tra i vari mezzi costruiti dai goblin e dagli ingegneri dell'Orda, oltre ai già citati Zeppelin e cannoniere volanti, si annoverano anche razzi individuali e girocotteri (un incrocio tra un aereo ed un elicottero), oltre ad una vera flottiglia di aerei goblin per le operazioni di bombardamento nel Northrend.

ReputazioneModifica

Per i giocatori dell'Orda esiste una specifica barra di reputazione Orda, che però rimane invisibile.
Questa barra viene incrementata svolgendo le missioni per l'Orda e per tutte le razze che vi appartengono. Come per quella dell'Alleanza, nel caso di raggiungimento dello status di Esaltato in tutte le razze della fazione, le successive missioni incrementeranno proprio questa barra di reputazione.

Per visualizzare la barra sopra quella dei punti Esperienza può essere usato un apposito codice da inserire nel campo chat: il numero tra parentesi indica la posizione in cui dovrebbe trovarsi la barra in base al numero di fazioni e sotto fazioni presenti nel pannello Reputations.
Fazioni segnate come inattive vengono ignorate ed il numero varia se si tengono aperti o chiusi i raggruppamenti principali: nell'indicare il numero si devono contare anche i nodi principali dello schema ad albero contenuto nel pannello (Horde è appunto l'etichetta di uno di questi nodi).

Qui di seguito la sintassi da usare:



/run SetWatchedFactionIndex(12)

Nella rete di Wikia

Wiki a caso