FANDOM


"Io... sono il motivo del ritorno della Legione. Anni fa, condussi gli orchi in questo luogo. Così facendo, aprii la strada anche ai demoni. A causa dei miei peccati, fui ucciso da coloro che amavo maggiormente. Nonostante la mia morte, la guerra dilagò sulle terre dell'est per moltissimi anni, devastando interi reami. Ora, finalmente, sono tornato per rimettere a posto le cose. Io... sono Medivh, l'Ultimo Guardiano. Ascoltate le mie parole: l'unica possibilità di salvezza consiste nell'unire i vostri eserciti contro i nemici di ogni essere vivente."
Medivh


Magus o Magna Medivh - "custode dei segreti" in thalassiano - è stato l'ultimo Guardiano di Tirisfal, un'antica linea di protettori onorati con grandi poteri per combattere gli agenti della Legione Infuocata. Fu posseduto ancor prima di nascere dallo spirito del signore della Legione, Sargeras. Sotto la sua influenza, Medivh contattò lo stregone orco Gul'dan, e insieme aprirono il Portale Oscuro, portando la Vecchia Orda su Azeroth. Fu ucciso poco tempo dopo da una squadra guidata dal suo migliore amico, Anduin Lothar.

Resuscitato da sua madre Aegwynn, Medivh tornò sotto forma di un misterioso profeta poco prima l'inizio della Terza Guerra, manipolando gli eventi in modo da creare un'alleanza tra le razze mortali di Kalimdor, guidandoli alla vittoria nella Battaglia del Monte Hyjal.

Dopo sua madre, fu il detentore dello scettro Atiesh, che è ora posseduto da Khadgar.

BiografiaModifica

Nascita e infanziaModifica

La caduta del GuardianoModifica

ResurrezioneModifica

Il regno del caosModifica