Fandom

WoWWiki Italia

I Clan degli Orchi

390pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Gli orchi, popolo autoctono del lontano Dreanor, erano da sempre divisi in clan, ognuno col proprio Signore della Guerra e col proprio sciamano. Solo in seguito, grazie all'importanza che aveva Gul'dan in seno alla comunità orchesca, essi si riunirono riconoscendo il comando di un solo capo su tutti gli altri.
Il primo che riuscì ad unificare la maggior parte degli orchi sotto un solo vessillo fu Blackhand, capo del clan Blackrock. Nella sua Orda, però, non entrarono tutti i clan: gruppi come i Mag'har si rifiutarono di allearsi ai demoni e di rinunciare al culto sciamanico degli spiriti della natura.
Solo Thrall, tornando agli antichi riti, ed essendo egli stesso uno sciamano, riuscì a riunirsi agli antichi abitanti delle Terre Esterne, ma in questa sua scelta egli perse il controllo di quei clan, come Blackrock, che volevano rimanere legati al culto dei demoni ed alla Legione Infuocata.

Gli orchi hanno sempre avuto attriti con gli ogri, anch'essi autoctoni di Dreanor; ciò nonostante in alcuni casi si sono creati veri e propri incroci tra le due razze, dando origine ai clan di mezzi-ogri delle Montagne Bordo di Lama. Questa capacità di unirsi ad altre razze per creare ibridi, ha dato origine anche a quelli che sono detti mezzi-orchi e che sono probabilmente un incrocio tra orchi ed umani, anche questi legati a tradizioni tribali.


Clan BlackrockModifica

Stendardo Blackrock.jpg

Il vessillo del Clan Blackrock

È stato per molto tempo il clan più importante e potente: fu intorno ad esso che si costituì la prima unione di orchi sotto il comando di Blackhand il Distruttore e Gul'dan, per invadere Azeroth con la Prima Guerra.

Il clan venne fondato da Telkar Doomhammer, padre di Orgrim, che lo guidò fino alla sua morte in tarda età: a quel punto fu Blackhand a prenderne il controllo, sebbene solo grazie alle manipolazioni dello stregone Gul'dan.

La Prima GuerraModifica

Verso la fine della Prima Guerra, Blackhand venne assassinato dal suo luogotenente Orgrim Doomhammer che per consolidare meglio il proprio potere, distrusse tutto il Consiglio Ombra.

La Seconda GuerraModifica

Attestatesi sulla Vetta Blackrock, il clan abbassò la guardia dopo i numerosi successi della Guerra: fu a quel punto che le truppe dell'Alleanza del Lordaeron riuscirono ad infliggere loro una dura sconfitta ed a catturare Orgrim Doomhammer in persona e portarlo in catene nella capitale di Lordaeron.
Dopo questa sconfitta il clan non si sciolse e non si sbandò: i sopravvissuti, sebbene a costo di sacrifici, riuscirono a riunirsi nella loro roccaforte sulla Vetta Blackrock ed a mantenere la posizione.

La Terza GuerraModifica

Sotto la guida di Jubei'thos tornarono ad abbracciare il culto dei demoni e consolidarono le loro postazioni su Azeroth, sacrificando non solo le città dell'Alleanza, ma anche i loro stessi villaggi alla Legione Infuocata.
Ben pochi ascoltarono il consiglio di Thrall di ritornare all'antica religione sciamanica e molti meno lo seguirono nel Kalimdor e nella sua Nuova Orda: tra essi va annoverato il vecchio Eitrig che servì sia come consigliere di Thrall che di Garrosh.

Dopo la Terza GuerraModifica

I Blackrock sono un costante problema per l'Alleanza ed in particolar modo per il regno di Stormwind, confinante coi suoi territori con le Steppe Infuocate. Incursioni continue vengono organizzate ai danni degli umani e dei loro alleati dal clan sotto la guida di Rend Blackhand e dalla sua Orda Oscura.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso