Wikia

WoWWiki Italia

Death Knight

Discussione0
291pagine in
questa wiki

Il Cavaliere della Morte è una classe introdotta con l'espansione Wrath of The Lich King: è considerata da Blizzard la prima classe "Eroica", cioè creata appositamente per affrontare istanze e Raid di dificoltà Heroic.

Il Cavaliere della Morte può essere configurato per svolgere la funzione di Tank o di DPS da mischia o distanza, anche con l'appoggio di un Pet. Può indossare armature di placche, ma non può usare lo scudo, ne armi da lancio, sostituite quest'ultime da le peculiari abilità magiche della classe per il danno a distanza.

Si può creare un solo Cavaliere della Morte per ogni Reame a cui si è iscritti, purché si possieda, collegato al proprio Account Battle.net, almeno un personaggio di livello 55 o superiore, non necessariamente sullo stesso server.

Il Cavaliere della Morte inizia dal livello 55 ed ha uno specifico training iniziale costituito da quest che lo tengono separato dal resto dell'ambiente di gioco: solo dopo aver terminato le quest iniziali potrà finalmente accedere ad una delle capitali della fazione di appartenenza, Orgrimmar o Stormwind City, ed ottenere le Reputations della razza a cui appartiene. Tutte le razze possiedono questa classe di gioco.

Panoramica Modifica

Come i Guerrieri, anche i Cavalieri della Morte hanno tre Stance, definite Presence (Presenze), che forniscono specifici potenziamenti utili alla classe per ricoprire specifici ruoli e che corrispondono anche ai tre rami in cui si dividono i talenti.

Blood (Sangue) Modifica

Dopo l'ultima patch (4.0.1) è la specializzazione dei Tank: la Presenza del Sangue aumenta le capacità nell'uso delle armi e delle abilità da mischia ed incrementa le capacità rigenerative.

Frost (Gelo) Modifica

È la specializzazione per il danno da mischia: incrementa sensibilmente le statistiche di danno critico, ma aumenta anche la capacità di assorbimento dei danni.

Unholy (Empietà) Modifica

Questa specializzazione aumenta i danni causati dagli incantesimi e permette di evocare in maniera permanente il Ghoul, Pet principale del Cavaliere della Morte. Questo ramo dei talenti incrementa le schermature dagli incantesimi. È la specializzazione maggiormente impiegata in PvP.

Le Rune Modifica

A differenza delle altre classi, il Cavaliere della Morte usa, per lanciare gli incantesimi ed applicare le proprie abilità speciali da mischia un sistema di sei segni magici, dette Rune: due per ogni Presenza. Il potere runico aumenta durante lo scontro e si consuma lanciando un incantesimo o applicando un'abilità. Ogni runa ha un periodo di atesa dopo l'uso di 10 secondi. È possibile aumentare il quantitativo totale di potere runico con i talenti ed anche fare in maniera che una tipologia di runa possa avere maggiore importanza rispetto ad altre o possa comparire o trasformarsi con una cadenza diversa.

Gli incantesimi che fanno ricorso alle rune, le impiegano in tipo e numero differente e quindi non necessariamente vengono consumate solo due rune dello stesso tipo alla volta: a causa di questa meccanica e dei tempi di ricarica, nonché della specializzazione scelta, gli incantesimi collegati ad esse sono soggetti ad una rotazione d'uso ben precisa.

Oltre alle tre tipologie principali (Rune del Sangue, del Gelo e dell'Empietà) esiste una quarta tipologia di Runa, quella della Morte, che si sostituisce di volta in volta a quelle esistenti e che permette di essere usata come alternativa universale per Rune momentaneamente non disponibili a causa dei tempi di ricarica. La scelta della specializzazione e dei talenti può variare il tempo di ricarica di una specifica tipologia di rune e la possibile trasformazione in rune della Morte.

Forgiatura delle Rune Modifica

I Cavalieri della Morte hanno una loro speciale professione, chiamata Runeforging, con la quale possono applicare veri e propri incantesimi sulle armi: le Rune applicabili vengono apprese come una qualsiasi abilità direttamente dagli istruttori presenti su Acherus: The Ebon Hold e possono essere applicate solo davanti alle Rune Forge presenti sia a bordo della Acherus: The Ebon Hold, sia nella Shadow Vault in Icecrown. L'applicazione dell'incantesimo può essere effettuata solo alle armi del Cavaliere e non a quelle di altri giocatori ed in più non è cumulabile ad altri incantesimi applicati all'arma.

Il Ghoul e gli altri Pet Modifica

DeathKnightMinion-Ghoul

Il Ghoul dei Cavalieri della Morte.

Il Ghoul (demone che divora i cadaveri) è il Pet del Cavaliere della Morte: tutti i Cavalieri possono evocarne uno [1]. Il Ghoul appartiene ad una classe di danno da mischia, simile a quella del Rogue. Solo un Cavaliere della Morte specializzato nel ramo dell'Empietà può controllarlo e mantenerlo attivo per più di 30 secondi. Il Ghoul può essere sacrificato per fornire vitalità al Cavaliere della Morte. Può essere evocato da tutti i Death Knight per 30 secondi e tramite la spell Death Pact può essere "sacrificato" per rigenerare l'energia del Cavaliere. Solo chi ha la specializzazione Unholy può controllarlo come un Pet e mantenerlo finché esso non viene distrutto o sacrificato.

Oltre al normale pet, il Cavaliere, indipendentemente dalla specializzazione, può evocare anche un intero gruppo di ghoul di cui però non ha il controllo (attaccano il bersaglio attaccato dal giocatore) tramite la spell "Army of Decay". Questa abilità viene raramente impiegata a causa dell'aggro generato e alla mancanza di controllo sui ghoul in questione. Ha un cooldown di 10 minuti.

Un Cavaliere della Morte specializzato Unholy può evocare anche altri due Pet: una nuvola di insetti, "Unholy Blight", ed il Gargoyle. Quest'ultimo rimane attivo per poco tempo ed attacca dall'alto con un getto di veleno gli avversari.
Un Cavaliere del Sangue, invece, può evocare delle sanguisughe che arrecano danno agli avversari e contemporaneamente forniscono energia vitale al Cavaliere stesso.

A queste abilità si aggiunge la capacità di resuscitare momentaneamente membri del party con la spell "Raise Allies" e l'abilità di tornare in vita per alcuni secondi sotto forma di Ghoul, purché si abbia acquisito l'abilità "Lichborne".

Cavalcature Modifica

Il Cavaliere della morte, come il Paladino e lo Stregone, può evocare una sua speciale cavalcatura terrestre, il Deathcharger, che incrementa la velocità su terra del 100%. Questa cavalcatura viene ottenuta durante le quest di training.

Il Cavaliere della morte dispone anche della possibilità esclusiva di acquistare ad Acheron: The Ebon Hold una cavalcatura volante che varia il suo incremento della velocità in base al livello del Cavaliere: Winged Steed of the Ebon Blade.

Con il talento On a Pale Horse della specializzazione Gelo, il Cavaliere della Morte possiede la possibilità di incrementare la velocità della cavalcatura fino al 20% e riduce sempre del 20% la durata degli effetti di magie di stordimento o di paura.

Storia Modifica

I Cavalieri della Morte sono una classe di negromanti con la capacità di evocare e controllare creature come demoni non-morti divoratori di cadaveri (i Ghoul), Gargoyle, sanguisughe e nugoli di insetti, nonché in grado di lanciare terribili incantesimi e prendere il controllo anche di alleati e nemici appena uccisi da far combattere per proprio conto.

Campioni dell'Orda Modifica

Durante la Seconda Guerra, lo stregone Gul'dan crea per Orgrimm Doomhammer una nuova generazione di potenti guerrieri per l'esercito dell'Orda[2].
Questi Cavalieri della Morte vennero creati ponendo le anime degli stregoni sconfitti del Consiglio Ombra dentro i corpi di grandi eroi di Stormwind ed il primo di essi fu Teron Gorfiend. A differenza degli attuali Cavalieri, questi non erano dei feroci guerrieri, ma dei subdoli negromanti che possedevano un intelletto superiore e dei poteri magici devastanti. Preferivano l'uso di tattiche di terrore e la rievocazione di eserciti di nemici defunti da comandare come schiavi contro le forze di Azeroth.
Di loro, la maggior parte venne distrutta durante la guerra e quelli che rimasero vennero trasformati in lich da Kil'jaeden.

Schiavi del Re dei Lich Modifica

Dopo la distruzione di Dreanor, gli immensi poteri del Re dei Lich crearono una nuova generazione di Cavalieri, malvagi forgiatori di rune per il Flagello. Il primo tra essi fu Arthas Menethil. principe di Lordaeron e Paladino della Mano d'Argento, che cedette la sua anima alla demoniaca spada Frostmourne nel tentativo di salvare il suo popolo dalla Piaga. I nuovi Cavalieri erano guerrieri crudeli privi di una propria volontà, sotto il controllo del Re dei Lich, creati soggiogando i paladini e gli eroi sconfitti sul ghiacciaio di Icecrown.

La Lama d'Ebano Modifica

Il Re dei Lich, nel tentativo di distruggere l'organizzazione di paladini Alba d'Argento, decise di riunire sotto il suo controllo un nuovo gruppo di Cavalieri della Morte, i Calaleri di Acherus e li guidò personalmente dalla loro cittadella necropoli, Acherus: The Ebon Hold, contro la Cappella della Speranza della Luce nelle Lande Infette a nord del vecchio regno di Lordaeron. A capo di questo nuovo gruppo di negromanti venne posto l'Alto Signore Darion Mograin.
La prima fase del piano del Re dei Lich fu quella di sconfiggere e liberarsi definitivamente dell'esercito della Crociata Scarlatta e solo in seguito, dopo aver conquistato tutta l'area costiera delle Lande Infette, attaccò la piccola Cappella e la guarnigione di paladini che la occupavano.
La battaglia, durissima, sembrava propizia alle forze del Flagello, fino a quando non comparve Tirion Fordring in persona e sconfisse Darion ed i suoi luogotenenti, Koltira Deathweaver e Thassarian: convinto il negromante di essere stato ingannato dal Re dei Lich, dovette affrontare proprio quest'ultimo ed un attimo prima di venir sconfitto venne aiutato proprio da Darion che gli lanciò la propria spada, con la quale poté ferire il mostro. Fuggito il Re dei Lich, Tirion decise di riunire i sopravvissuti dell'Alba d'Argento con l'esercito della Crociata Scarlatta, fondando così la Crociata d'Argento e Darion decise di riunire tutti i Cavalieri rimasti sotto i suoi ordini in una nuova organizzazione neutrale con tutte le fazioni di Azeroth ed alleata di Tirion contro il Re dei Lich. Nascevano così i Cavalieri della Lama di Ebano.

Organizzazioni Modifica

I "Cavalieri della Lama di Ebano" sono un gruppo di Cavalieri della Morte addestrati direttamente dal Re dei Lich, Arthas, con cui condividono parte dei poteri e delle abilità. Al loro comando venne posto dal Re stesso, l'Alto Signore Darion Mograine, figlio di Alexandros Mograine, uno dei capi dei Cavalieri della Mano d'Argento. Dopo una facile campagna contro la Crociata Scarlatta, Darion venne sconfitto dall'Alto Signore Tirion Fordring ed i suoi guerrieri dell'Alba d'Argento.
Tirion riuscì a far capire a Darion ed ai suoi Cavalieri che erano stati solo usati dal Re dei Lich: i sopravvissuti decisero di riunirsi appunto in una organizzazione che garantì appoggio alla neonata Crociata d'Argento nella lotta contro il Flagello.
Mograine, dopo aver occupato la roccaforte necropoli volante del Flagello Acherus, inviò ambasciate alle due capitali dell'Alleanza e dell'Orda: Thassarian raggiunse Stormwind City e Koltira Deathweaver raggiunse Orgrimmar.
In seguito inviò i suoi Cavalieri direttamente nel Northrend cercando di occupare posizioni ed avamposti attorno alla Cittadella del ghiacciaio di Icecrown.

Uso avanzatoModifica

Il cavaliere della morte, per via delle sue abilità difensive e curative, è spesso utilizzato da giocatori esperti per andare nei raid da soli dove usualmente bisogna andare in 10, allo scopo di raccogliere monete dai boss o raccogliere qualche oggetto che mirano ad avere.

Cavalieri della Morte famosi Modifica

Orda Modifica

Flagello Modifica

Lama d'Ebano Modifica

Razze Modifica

Alliance 32 Alleanza
Horde 32 Orda

Note Modifica

  1. Prima della patch 4.0.1 era necessario per evocarlo usare come reagente della cenere di cadavere, oppure trovarsi vicino al corpo di un umanoide morto. Il glifo minore "Raise Dead" permetteva di evocarlo senza la necessità di possedere il reagente.
  2. Death Knight (Warcraft II)