FANDOM


Balnazzar (aka Saidan Dathrohan, Campione della Crociata Scarlatta) era uno dei tre Nathrezim lasciati a Lordaeron per sovrintendere alla sua conquista demoniaca. Il ritorno del Principe Arthas, dopo la caduta di Archimonde, costrinse i tre fratelli ad andarsene, ma essi si raggrupparono velocemente e tramarono un nuovo piano per distruggere Arthas una volta per tutte. Benché non fossero riusciti a compiere il loro piano (con l'aiuto di Sylvanas Windrunner), il principe non-morto lasciò Lordaeron, permettendo a Balnazzar di regnare sulle Plaguelands. Poco dopo Sylvanas, cui si era unito a forza Varimathras, strinse d'assedio le forze di Balnazzar, e infine costrinse Varimathras ad ucciderlo. "Morto", prese possesso del corpo di Saidan Dathrohan, uno dei fondatori della Crociata Scarlatta, per vendicarsi dei Reietti di Sylvanas.

BiografiaModifica

Balnazzar era il più potente fra i suoi fratelli, Varimathras e Detheroc, ma nonostante questo, come loro, non fu a conoscenza che la Legione Infuocata era stata sconfitta sul Monte Hyjal se non diversi mesi dopo, quando Arthas tornò dal suo viaggio a Kalimdor e annunciò la distruzione di Archimonde. Il principe affermò che la loro morte avrebbe completato il cerchio. Balnazzar e i suoi fratelli si teletrasportarono velocemente prima che Arthas potesse sferrare il colpo.

I Signori delle Tenebre complottarono al sicuro nelle Tirisfal Glades e cominciarono ad elaborare un piano per rovesciare il re non-morto. Sapendo che Ner'zhul —e Arthas— stavano perdendo i loro poteri, essi si rivolsero a Sylvanas Windrunner, che non era più legata al Re dei Lich, e le chiesero aiuto nell'ormai prossimo colpo di palazzo. Sylvanas, bramosa di vendetta per la sua forma attuale e il massacro della sua gente, accettò. Balnazzar e i suoi fratelli tesero un'imboscata ad Arthas fra le rovine della Città Capitale, separandolo da Kel'Thuzad e attaccandolo tramite i loro servitori. Balnazzar scatenò anche altri Signori delle Tenebre contro di lui, ma Arthas, riunendosi alle forze ancora a lui leali, fuggì, o così pensò.

Scortato da un plotone di banshee, Arthas venne attaccato da Sylvanas, che aveva predisposto una morte lenta e agghiacciante per il suo assassino, e stava per completare il lavoro quando comparve Kel'Thuzad, che la cacciò. Sopravvissuto, Arthas abbandonò le Plaguelands e Balnazzar fu libero di regnarvi come preferiva. Egli inviò Varimathras ad invitare Sylvanas ad unirsi al loro nuovo ordine, ma le cose andarono terribilmente sorte.

Sfortunatamente per Balnazzar, Sylvanas aveva i propri piani e strinse Lordaeron d'assedio. Aveva già sconfitto Varimathras, che le aveva offerto la propria servitù in cambio di essere lasciato in vita. Sylvanas aveva accettato e da quel momento il Signore delle Tenebre combatté al suo fianco nell'attacco a Lordaeron. Balnazzar ricevette dei dispacci che indicavano che Sylvanas aveva ucciso Detheroc e si era alleata con il capo della resistenza umana, Garithos. Le forze di Sylvanas attaccarono la Capitale, dove Balnazzar aveva insediato e fortificato il proprio trono, e nonostante le molte avversità, la Legione venne sconfitta.

Sylvanas, Varimathras e Garithos raggiunsero Balnazzar. Sylvanas ordinò a Varimathras di uccidere suo fratello come prova della sua fedeltà. Varimathras tentennò: uccidere un altro Nathrezim era proibito, ma Sylvanas fu irremovibile. Balnazzar era sicuro che Varimathras non l'avrebbe mai fatto, ma si sbagliava. Nonostante questo, Balnazzar sopravvisse e ingannò sia Sylvanas che suo fratello (benché fosse possibile che Varimathras fosse al corrente di ciò).

Balnazzar si nascose per diverso tempo. Non soddisfatto di starsene semplicemente a guardare mentre le legioni non-morte travolgevano Azeroth, orchestrò un nuovo piano per opporsi a loro. Egli prese possesso del corpo del paladino Saidan Dathrohan, che contribuì a fondare la Crociata Scarlatta, un ordine di cavalieri che ha come unico obiettivo la distruzione del Flagello in tutte le sue forme. Benché, in apparenza, la Crociata sembri semplicemente interessata a combattere il Flagello, essa è segretamente (attraverso Balnazzar) uno strumento della Legione Infuocata, che spera ancora di riuscire a distruggere Azeroth. Sembra molto probabile che Balnazzar aspiri ad ottenere il favore dei Signori della Legione distruggendo il Re dei Lich.

Template:Box successione

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale